S  T  O  R  I  A

         Consulenze professionali

Alta divulgazione          

Comunicazione multimediale

Dal 1994 lo Studio Postinger mette la propria competenza scientifica nell'ambito della medievistica, e della storia in generale, al servizio di istituzioni, enti, associazioni, ditte, professionisti e privati, che a vario titolo operano o hanno interessi nel settore dei Beni culturali...
Approfondisci...

Dr. Carlo Andrea Postinger | Corso Rosmini 92 | 38068 ROVERETO (TN) | Tel/Fax 0464 322023 | P. IVA 01545150227
designed by glifocomunicazione.it Informativa utilizzo cookies

Per non perdere nessuna novità clicchi qui e si iscriva alla Newsletter dello Studio Postinger

Per ingrandire le immagini: click sul tasto destro del mouse>visualizza immagine

Il Crocifisso del Concilio e la Cappella Alberti nel Duomo di Trento 

minidocumentario

di C. A. Postinger e S. Benedetti

Presentazione: giovedì 20 giugno 2024, ore 21.00, Trento, Cattedrale di San Vigilio, Sagrestia

Il Castello di Avio e la Vallagarina

dai Castelbarco alla Serenissima

a cura di Dario De Cristofaro

saggi di M. Beato, D. De Cristofaro

e C.A. Postinger

Mori, La Grafica 2023

All'interno del volume, il saggio di Carlo Andrea Postinger "Al tramonto di una dinastia: Azzone Francesco ed Ettore Castelbarco di Dossomaggiore", che per la prima volta ricostruisce in maniera ampia e documentata il profilo biografico di quell'affascinante personaggio che fu l'artefice dell'annessione della Vallagarina alla Repubblica di Venezia nel XV secolo.


Una trasmissione TV dedicata alle chiese medievali dell'Alto Adige/Südtirol

 

Il sentiero romanico

Siti culturali da Tubre a Egna

Documentario in tre puntate

su

RAI Trentino Alto Adige

 

all'interno del rotocalco "Passpartù", a cura della Struttura Programmi della Sede RAI di Bolzano, viene trasmesso un affascinante viaggio televisivo alla scoperta dei gioielli pittorici e architettonici del periodo romanico che punteggiano l'Alto Adige/Südtirol, in compagnia di Carlo Andrea Postinger. 

Una produzione Re-project snc

Regia: Roberto Condotta

Crew: Elena Serina, Roland Seppi

Le tre puntate sono disponibili sul sito di RAI Alto Adige, nella sezione "Mediateca" (dove basta digitare "romanico" nella relativa casella di ricerca) e precisamente a questi link: 

Prima puntata

Seconda puntata

Terza puntata 

Clicca qui per vedere I L   T R A I L E R del programma 

Gaspare Antonio
Baroni Cavalcabò
e la pittura in Trentino
tra Sei e Settecento

Il volume raccoglie gli atti del convegno "Gaspare Antonio Baroni Cavalcabò e la pittura in Trentino tra Sei e Settecento" organizzato dall’Accademia Roveretana degli Agiati il 4 giugno 2021 in modalità webinar (registrazione disponibile sul canale Youtube dell'Accademia), al quale Carlo Andrea Postinger ha partecipato con il contributo: Rovereto 1682-1759. Un panorama.
 

I curatori Dario De Cristofaro e Alice Salavolti
ne discuteranno con

Andrea Tomezzoli
Università di Padova

Denis Ton
Museo del Buonconsiglio

Modera
Stefano Ferrari
Accademia degli Agiati
 

   Intellettuale, moglie, madre. Bianca Laura Saibante, una donna del Settecento 

Online sul canale YouTube dell'Accademia Roveretana degli Agiati la registrazione del convegno

con gli interventi di Carlo Andrea Postinger: 

«Riguardatevi dal criticare il mio disegno...». Bianca Laura Saibante e l'impresa degli Agiati

(apertura I Sessione)

e

Le ultime volontà di una donna volitiva. Il testamento di Bianca Laura Saibante Vannetti

(chiusura IV Sessione)

a questo link: https://www.youtube.com/playlist?list=PLBe1qvqUv7wvm3q24ARh8VT9QDLLDKgwG

Il film dedicato a Paolo Orsi online su YouTube

Paolo Orsi. La meravigliosa avventura: un film documentario fatto di molte voci che mostra anche il lato umano del grande archeologo roveretano, uno dei padri dell'archeologia italiana e personaggio chiave nella storia del Museo di Rovereto, è disponibile online sul Canale YouTube della Fondazione Museo Civico.

Paolo Orsi. La meravigliosa avventura non è un tradizionale documentario biografico, ma un film fatto di molte voci che ne perfezionano i dettagli, mostrando anche il lato umano del grande archeologo di origini trentine. L’escamotage narrativo è quello di far dialogare il presente con il passato, attraverso un’intervista impossibile con Paolo Orsi in persona, interpretato per l’occasione dall’archeologo Carlo Andrea Postinger, che stupisce per somiglianza e capacità interpretativa, e che consente di rendere il personaggio particolarmente attuale.

La docufiction si concentra sugli anni giovanili di Paolo Orsi, la sua formazione, il suo rapporto con la città natale, con il Regno d'Italia e asburgico. E poi il lavoro in Calabria e Sicilia, con le straordinarie scoperte conquistate in anni di lavoro puntuale, rigoroso, instancabile, grazie a quel "metodo Orsi" che trova le sue proprio nel territorio montano.

Nazione: Italia
Regia: Andrea Andreotti
Durata: 72’
Anno di produzione: 2020
Produzione: FilmWork/Fondazione Museo Civico di Rovereto
in collaborazione con SAT Società Alpinisti Tridentini e Fondazione Museo Storico del Trentino, e con la Soprintendenza ai Beni Archeologici della Provincia di Trento
Consulenza scientifica: Barbara Maurina, Mirko Saltori, Armando Tomasi
Da un’idea di: Alessandra Cattoi e Claudia Beretta
Con il contributo di: Fondazione Caritro, ITAS Mutua, Cassa Centrale Banca, Comunità della Vallagarina, Comune di Rovereto

https://www.youtube.com/watch?v=klKDjbRGAq8
VENI CREATOR
Edizione 2022 

Domenica 19 giugno 2022
Trento - Cattedrale di San Vigilio
ore 21.30

"Veni Creator - Pillole di storia del Concilio" é una conferenza multimediale spettacolare, ma dal forte contenuto culturale, allestita in occasione delle Feste Vigiliane.

Una proposta di "edutainment" che illustra la nascita della Riforma luterana e i passi di avvicinamento al Concilio di Trento, per presentare in modo spettacolare il quadro storico generale dell'epoca del Concilio. Una narrazione accompagnata e animata da letture, esecuzioni musicali e corali e videoproiezioni.

Una produzione del Centro Servizi culturali Santa Chiara

Il programma completo: http://festevigiliane.it/programma
La chiesa dei Santi Pietro e Paolo a Brentonico
Storia, architettura, arte
a cura di 
Carlo Andrea Postinger

Il volume, edito dalla Parrocchia di Brentonico, contiene contributi di M. Botteri, A. Carlini, D. Cattoi, E. Curzel., R. Giacomelli, L. Maule, C. Moser, G. Paina, C.A. Postinger, C. Radice, S. Retrosi, C. Tozzi, F. Zambotto.  

IL CODICE BRANDIS

I castelli del Basso Trentino e dell’Alto Garda
Curcu & Genovese, 2020



Con i suoi 37 disegni e 63 vedute del Basso Trentino e all’Alto Garda, il terzo volume porta a termine la pubblicazione integrale del Codice Brandis che ritrae i castelli, le città fortificate e le residenze nobiliari presenti nella parte più meridionale della Contea principesca del Tirolo agli inizi del Seicento.
Nelle 194 pagine di questo volume, oltre alle immagini lasciate da un anonimo artista, il lettore potrà trovare illustrazioni provenienti da musei internazionali, collezioni private, archivi e biblioteche pubbliche e gli approfondimenti tematici di Leo Andergassen, Alessandro Baccin, Andreas Faistenberger, Ulrike Kindl, Alberto Mosca e Carlo Andrea Postinger.
Un vero e proprio viaggio per immagini nel Trentino del XVII secolo. 

Qui la scheda libro e l'anteprima


Il libro sul sito della Associazione culturale Tangram
Il Codice Brandis. Castelli su carta da Kufstein a Borghetto

Un’antica raccolta di disegni, vergati all'inizio del Seicento da un misterioso architetto-artista documenta con precisone ed estro estetico i profili di un centinaio di castelli e residenze nobiliari tuttora visibili nell’ampia area geografica del Tirolo storico.

Regia di Roberto Condotta, con la partecipazione, tra gli altri, di Carlo Andrea Postinger.

Guarda il documentario: 
Extinguished Countries (Stati scomparsi) è la prima serie di guide di paesi che non esistono più. Non seguono i confini di oggi ma conducono in  viaggio nel tempo e nello spazio verso regni, repubbliche e imperi del passato, alla ricerca di quello che unisce piuttosto che di quello che divide. Il primo volume è dedicato alla Repubblica di Venezia: Carlo Andrea Postinger ha collaborato alla pagina dedicata a Rovereto.   

Info e acquisti: https://extinguishedcountries.com/home_it
Testo da inserire
Bell'Italia in Viaggio
Domenica 25 luglio, ore 18.45
Canale La7

Fabio Troiano racconta le eccellenze del nostro paese attraverso la sua bellezza paesaggistica, culturale e artistica. Un itinerario di 10 tappe, lungo tutto lo stivale da nord a sud, alla scoperta delle regioni e delle loro tradizioni. 

Nella puntata dedicata al Trentino, Carlo Andrea Postinger accompagna Fabio a Castel Beseno

Rivedi la puntata (la parte su Castel Beseno dal minuto 30.30)

Il programma 
Paolo Orsi
La meravigliosa avventura 
Il docufilm vince il premio del pubblico al 
Festival del Cinema Archeologico di Agrigento
 
Paolo Orsi è interpretato da C.A. Postinger

Dal 15 al 17 luglio, dopo un anno di stop, ritorna nella suggestiva ed imponente cornice del Tempio di Giunone l’atteso FESTIVAL DEL CINEMA ARCHEOLOGICO - XVII edizione.
La rassegna è organizzata in collaborazione con la Fondazione Museo Civico di Rovereto con i documentari provenienti dall’Archivio cinematografico della Rassegna Int Cinema Archeologico – Rovereto DOC fest.

Info: https://www.parcovalledeitempli.it/events/festival-cinema-archeologico/
ARRIVI
Persone, gruppi, popolazioni verso il territorio trentino (preistoria-XX secolo)
a cura di M. Bonazza e I. Franceschini
Società di Studi trentini di Scienze storiche, 2021

Gli atti del convegno del 2018, cui C.A. Postinger ha partecipato con il contributo Terrieri e forestieri negli estimi roveretani del Quattrocento.

Info: https://www.studitrentini.eu/shop/arrivi-persone-gruppi-popolazioni-verso-il-territorio-trentino-preistoria-xx-secolo/

PALAZZO SICHART A ROVERETO
da casa di commercio a Museo della Città

a cura di 
Carlo Andrea Postinger

Edizioni Osiride, Rovereto, 2021

Palazzo Sichart non presenta i caratteri tipici di una residenza gentilizia bensì quelli, del tutto originali nel panorama locale, di una signorile abitazione unita agli uffici e ai magazzini di un’azienda serica. Esso sorse infatti, circa nel 1739, come casa di commercio connessa all’adiacente filatoio del produttore e commerciante di sete Johann Friedrich Sichart von Sichartshof. Carlo Andrea Postinger tratteggia le vicende della famiglia, proveniente da Norimberga, da quando nella seconda metà del Seicento iniziò a frequentare Rovereto. Il rapporto dei Sichart con la città durò poi quasi due secoli, fino all’estinzione del loro ramo roveretano. L’edificio, di cui Lucio Franchini ricostruisce le origini ed esamina le caratteristiche architettoniche, è improntato a esigenze di funzionalità e concretezza, nonché a una sobria eleganza coerente con la sensibilità protestante dei committenti; gli artefici del progetto sono da identificare con gli architetti Tacchi.
Palazzo Sichart, dopo alcuni passaggi di proprietà, fu acquistato dal Comune nel 1910 e nel 1942 divenne la sede del Museo Civico. Fabrizio Rasera si sofferma in particolare su quest’ultima importante stagione, durata sino alla fine del secolo scorso. Camilla Gazzini descrive l’intervento di restauro che ha restituito all’edificio decoro ed efficienza, riconfigurandone gli spazi in funzione dell’apertura al suo interno, dopo vent’anni di inutilizzo, del nuovo Museo della Città. I criteri museografici che hanno ispirato l’allestimento inaugurale di quest’ultimo sono illustrati da Francesca Bacci.
Carlo Andrea Postinger

Palazzo de Probizer. 
A Isera tracce di arte e di storia in un'antica residenza signorile, tra paesaggio, cultura e vino della Vallagarina  
Isera, Comune di Isera, 2021

Un'agile brochure divulgativa riguardante un palazzo storico di Isera in Vallagarina (Trento). 

Il fascicolo è in distribuzione presso gli operatori economici di Isera. 

Download


Rovereto, Palazzo Sichart, via Calcinari 18

Verso il nuovo percorso espositivo del Museo della Città


All'allestimento della sala "Rovereto tra medioevo ed età moderna", inaugurata lo scorso 14 maggio insieme alla sala "Rovereto dalla preistoria alla romanità", ha collaborato Carlo Andrea Postinger


 
Pròces en rappel
"Sphères", n. 4 (gennaio 2021) p. 131

La rivista francese "Sphères" dedica una pagina alla revisione del processo di Maria Bertoletti Toldini di Pilcante, condannata a morte 
per stregoneria nel 1716. L'iniziativa giudiziaria, promossa dal Comune di Brentonico (TN) e in attesa di svolgimento, è stata supportata dalle ricerche di Carlo Andrea Postinger, che è stato intervistato insieme all'ex assessore alla cultura Quinto Canali dalla giornalista Cécile Marchand Ménard.   

Sito della rivista: https://spheresmagazine.com/
Il numero in edicola: https://boutique.spheresmagazine.com/ 
Indice del numero 4: https://spheresmagazine.com/index.php/extraits-de-spheres-numero-4/
Ricerche archeologiche a Sant’Andrea di Loppio (Trento, Italia)
L'area della chiesa

di B. Maurina e C.A. Postinger

Archaeopress Publishing, 2020


L’isola di Sant’Andrea, situata nell’alveo del Lago di Loppio, prosciugato nel 1956, quindici secoli fa ospitò un insediamento fortificato e in epoca medievale, sulla sommità, una chiesa dedicata a Sant’Andrea. In seguito a segnalazioni e rinvenimenti sporadici susseguitisi fin dal XIX secolo, nel 1998 la Sezione Archeologica del Museo Civico di Rovereto avviò un progetto di ricerca e di studio del sito, concretizzatosi in una serie di campagne di scavo estive. Le indagini archeologiche, concluse nel 2017, hanno portato alla scoperta di un contesto archeologico pluristratificato, con testimonianze che vanno dalla preistoria all'epoca tardoantica, a quella medievale, per giungere fino alla Grande Guerra. Mentre il primo volume (pubblicato nel 2016) è stato dedicato ai risultati delle ricerche nel castrum di V-VII secolo, questo secondo volume prende in considerazione i risultati delle ricerche archeologiche condotte nell’area della chiesa (Settori C e C1).

Il volume, di 316 pagine, è disponibile in formato cartaceo e digitale.

Scheda libro e ordini

Scheda del volume I (2016)

Download volume I (2016)

Palazzo Noriller a Rovereto. Nuovi studi interdisciplinari
a cura di Marcello Beato e Carlo Andrea Postinger

Silvana Editoriale, 2020

L’Accademia roveretana degli Agiati ha organizzato nel 2018 una tavola rotonda incentrata sull’interpretazione del programma decorativo che caratterizza un antico edificio del centro storico di Rovereto: palazzo Noriller.
In seguito ai restauri di cui è stato fatto oggetto, infatti, esso ha restituito nel 1992 ampi brani affrescati di epoca tardomedievale, sia sulla facciata esterna, sia in una saletta interna. Gli interrogativi circa il soggetto, ma anche la committenza e il significato di questi dipinti murali – un “unicum” a Rovereto –, si intrecciano a quelli inerenti la storia architettonica e funzionale della costruzione, in un panorama di studi sulla storia urbana di Rovereto alquanto frammentario e lacunoso.
La tavola rotonda ha tentato di fare luce su tali aspetti, cercando in particolare di iscrivere questo episodio artistico nel contesto storico, culturale e urbanistico della città alla fine del Medioevo, e necessariamente anche nell’ambito più ampio dell’area veneto-tirolese a cavallo della quale Rovereto si collocava, politicamente e culturalmente, fra XIV e XV secolo.

Video presentazione

Scheda libro
Carlo Andrea Postinger

Il Movente, l’Immutabile e “un globo di meteore ignite”: l’impresa dell’Accademia degli Accesi

L’Accademia degli Accesi, fondata a Trento nel 1629, adottò fin da subito quale proprio simbolo un’elaborata “impresa” formata da una combinazione di figure e parole, finora descritta e spiegata in modo piuttosto approssimativo. Attingendo alla testimonianza degli accademici stessi ne viene ora proposta una nuova lettura, smentendo l’esistenza di varianti rispetto al primo disegno originale e riconoscendo invece le altrimenti ignote “imprese” dei vescovi Carlo Emanuele Madruzzo (“il Movente”) e Francesco Alberti Poia (“l’Immutabile”). Attraverso la decifrazione del contrassegno, legato alle conoscenze astronomiche del tempo, viene anche ricostruito il giorno esatto di fondazione dell’Accademia, altrimenti ignoto.

Il saggio è pubblicato in "Studi trentini. Storia" a. 99 (2020), n. 1

Info:www.studitrentini.eu

L'imperatore Massimiliano I e la guerra contro Venezia
Athesia, 2019
(edizione italiana e tedesca)


Il convegno internazionale di studi è stato organizzato per celebrare la ricorrenza del cinquecentenario della morte dell’imperatore Massimiliano I, straordinaria figura di soluzione fra epoca medievale e moderna, strettamente legata alla città di Bolzano, a Castel Roncolo e al territorio dell’antica Contea Tirolese. Gli atti di convegno, in particolare, intendono affrontare diversi aspetti connessi alla guerra che l’imperatore mosse contro Venezia fra 1509 e 1516, la stessa che porterà il Tirolo a raggiungere quei confini che avrebbe mantenuto – tranne brevi interruzioni – per quattro secoli fino alla fine della Prima Guerra mondiale.

All'interno del volume il saggio di Carlo Andrea Postinger "1507-1509. La campagna di Massimiliano nel basso Trentino e la dedizione di Rovereto"

Scheda libro
Anteprima


Su libreriauniversitaria
su Unilibro
su Hoepli
DIZIONARIO TOPONOMASTICO TRENTINO

I nomi locali del Comune di Brentonico

19° volume della collana "Ricerca geografica"

La pubblicazione raccoglie 2.194  nomi di luogo di tradizione popolare, descrive i luoghi corrispondenti ai toponimi e li colloca su apposite carte tematiche. Un’ampia introduzione geografica, storica e linguistica, accanto a un ricco corredo di fotografie a colori illustra il territorio in tutte le sue più recondite peculiarità.

L'introduzione storica del volume, dal titolo "Brentonico attraverso i secoli", è firmata da Carlo Andrea Postinger

Info e copie: 
Comune di Brentonico
Trentinocultura

Introduzione

Carlo Andrea Postinger
L'impresa degli Agiati
Rovereto, Accademia roveretana degli Agiati-Edizioni Osiride, 2018



Il volume contiene il primo studio documentato sull'impresa - cioè il contrassegno - dell'Accademia roveretana degli Agiati, fondata nel 1750: un chiocciolino che si arrampica sul fianco di una piramide con il motto GIUNTO 'L VEDRAI PER VIE LUNGHE E DISTORTE
L'origine, il significato e la storia di questo simbolo vengono per la prima volta ricostruiti nel dettaglio sulla base di documenti per la maggior parte inediti, con un ricco corredo di illustrazioni. 

Per informazioni e copie: Accademia roveretana degli Agiati www.agiati.it

Scheda libro


Anteprima

La storia va alla guerra. Storici dell’area trentino-tirolese tra polemiche nazionali e primo conflitto mondiale
a cura di Giuseppe Albertoni, Marco Bellabarba, Emanuele Curzel
Trento, Università degli Studi, Dipartimento di Lettere e Filosofia, 2018 (Studi e ricerche, 18), 341 pp., 12 euro


Il 20 e il 21 ottobre 2016 si è tenuto presso il Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Trento un convegno intitolato La storia va alla guerra. Storiografi dell’area trentino-tirolese tra polemiche nazionali e primo conflitto mondiale. L’intenzione era quella di approfondire la conoscenza di figure, ambiti istituzionali e associativi, gruppi promotori di riviste che nel periodo precedente e successivo alla Prima guerra mondiale si impegnarono nella ricerca, con prevalente attenzione all’area trentino-tirolese e al periodo medievale e moderno. Quanto il clima di esaltazione nazionale condizionò la formazione delle società, la scelta delle tematiche di studio, gli esiti stessi delle ricerche? Che ricadute ebbero tali risultati sulla formazione delle identità collettive e sulle decisioni che vennero prese? Quali scelte personali fecero gli storici di fronte alla guerra, quale fu il loro destino in quegli anni? 

Il volume è disponibile anche in modalità Open access
Info
Scheda libro (e download)
Download diretto
Download del saggio di C.A. Postinger


Per acquisti: editoria@lett.unitn.it; https://www.lettere.unitn.it/158/ordini-e-acquisti

Le ricerche di Carlo Andrea Postinger alla base della terza parte del libro

Streghe. Le eroine dello scandalo

Ilaria Simeone
Ed. Neri Pozza, 2019


1616, ducato di Milano e Mantova: Caterina De Medici viene accusata di aver maleficiato il nobile senatore Luigi Melzi. Comincia così, in una sorta di processo privato tutto interno al palazzo milanese, una vicenda che finisce con l’impiccagione e il rogo della strega rea confessa.

1587, Triora, Podesteria della Repubblica di Genova: si apre uno dei più appassionanti processi italiani alle streghe. Trentacinque imputate, tre magistrature e un’inedita ferocia persecutoria. Il procedimento dura tre anni e distrugge un’intera comunità.

1716 Brentonico, Quattro Vicariati: Maria Bertoletti, detta la Toldina, viene accusata di stregoneria, processata nel foro penale laico e condannata al rogo. Oggi, trecento anni dopo, il Comune trentino ha chiesto la riapertura del procedimento.


Tre storie ignobili di femminicidi ante litteram che coagulano, nella banalità del male, sesso e morte, giustizia e ingiustizie, poteri e contropoteri, Chiesa e Stati. Tre storie diverse ma unite da un’unica, atavica paura: la donna come «scandalo».

Ilaria Simeone indossa i panni di una cronista giudiziaria dell’epoca, consulta gli atti, li racconta udienza dopo udienza, in un crescendo avvincente come un thriller, per mostrare come la macchina della giustizia che condannava al rogo le «eroine dello scandalo» si trasformi, infine, in un gigantesco scorpione che, come nelle leggende di demoni e streghe, contorcendosi infligge la morte a sé stesso.

Ilaria Simeone è nata a Napoli nel 1962 e vive a Milano. Giornalista professionista, ha compiuto studi di filosofia, ha scritto guide di viaggio e, con altri autori, ha pubblicato Guida all’Italia misteriosa (De Agostini, 2005).


Info: http://neripozza.it/libri/streghe-le-eroine-dello-scandalo
Il nuovo stemma di mons. Heiner Wilmer, vescovo di Hildesheim

Lo stemma, alla cui realizzazione ha collaborato Carlo Andrea Postinger, è ora ufficiale e si affianca a quelli dal medesimo già predisposti per la Cattedrale di Trento, il locale Capitolo del Duomo e il Decano del Capitolo stesso.

Gli stemmi, pensati a partire non solo dalla storia e dalla tradizione dei rispettivi portatori, ma anche dal messaggio che con essi si intende trasmettere, sono disegnati nel rispetto delle fondamentali regole araldiche.

Qui la spiegazione e i dettagli dello stemma vescovile di mons. Wilmer: https://www.bistum-hildesheim.de/bistum/bischoefe/bischof-dr-heiner-wilmer/wappen-von-bischof-dr-heiner-wilmer/